Per chi torna a casa dalle vacanze con i souvenir dei pidocchi

Tutto su come sconfiggere i pidocchi in 7 step

Con il cambio di stagione o ritornando da una vacanza può capitare di tornare con un souvenir non proprio desiderato. Sto parlando dei pidocchi, il terrore di tutte le mamme. Ma essendo “un’esperta” in materia (io stessa gli ho presi più volte), vi suggerisco tutto su come sconfiggerli in 7 step

1. Non andate in panico

Se avete escluso che quelli sulla testa di vostro figlio/a non é forfora, zucchero a velo, sabbia, e faticano a staccarsi dal capello, allora sono pidocchi. Ricordatevi che questi non sono sinonimo di sporcizia, tutti (anche i figli delle maniache del pulito) posso prenderli. Non vergognatevi se vostro figlio/a ha i pidocchi (tanto verrete additate comunque!)

2. Avvisate subito la scuola

Ditelo ai docenti (così possono attaccare il foglio all’albo con l’avviso che ci sono i pidocchi) per rendere attenti tutti a guardare meglio le teste dei propri figli. Tenete i vostri bambini pidocchiosi a casa finché non avete applicato lo shampoo.

3. Comperate un prodotto specifico

Andate subito in farmacia o in negozio e comperate lo shampoo contro i pidocchi.

4. Applicate con cura lo shampoo

Fatelo sui capelli di tutti i componenti della famiglia (con capelli) e non dimenticate di farlo sui vostri. Ripetete lo shampoo a tutta la famiglia 7-10 giorni dopo la prima applicazione.

5. Procuratevi un pettinino adatto

Sceglietene uno con dentini fini (spesso lo trovate nella confezione dello shampoo) e togliete ad uno ad uno le uova (lendini) e i pidocchi morti rimasti nei capelli. Le uova NON vengono “ammazzate” con lo shampoo, per cui DOVETE toglierle se non volete ricominciare il lavoro da capo. Potete aiutarvi applicando un balsamo dopo lo shampoo, i capelli sono più lisci ed é più facile toglierli.

6. Fate il bucato!

Lavate tutte le lenzuola, asciugamani, cuscini, peluches, bambole, tappeti che avete in casa a 60 gradi. Le cose che non volete lavare potete metterle nei sacchi dei rifiuti chiusi per almeno 3 giorni (fate anche una settimana per sicurezza) , così i pidocchi muoiono soffocati. Avvisate il marito, non che butta il sacco per sbaglio (ok no, questo non succederà di sicuro…)

7. Sdrammatizzate…

Potete analizzare i pidocchi con la lente di ingrandimento. I bambini si divertono e voi sdrammatizzate la situazione.

Buon lavoro! A compito concluso godetevi poi un bagno rilassante o un aperitivo, ne avrete bisogno!
E se dopo aver letto l’articolo vi viene spontaneo grattarvi la testa, è tutto normale, succede anche a me che ho appena finito di scriverlo! Probabile che non lo siano.

Quello che dovete sapere a proposito dei pidocchi

Il pidocchio non salta e non vola. I pidocchi vivono all’incirca un mese e ogni femmina fa nascere dieci lendini circa, le quali dopo sette o massimo dieci giorni sono già in grado di schiudersi.
I pidocchi, al di fuori dell’habitat naturale (i capelli), possono vivere solamente tre giorni al massimo.
Per maggiori informazioni consultate il sito del medico scolastico cantonale ticinese.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.